Abbazia di Novacella

L’abbazia di Novacella dell’ordine Canonici Agostiniani, è stata fondata nel 1142 ed è una delle più prestigiose abbazie di tutto il nord Italia. Situata a 2Km da Bressanone è un grandioso complesso di edifici religiosi e civili, ospita la chiesa barocca, un chiostro affrescato, la biblioteca con preziosi manoscritti, la pinacoteca con le sue notevoli opere di pittura gotica, il Convitto di Novacella che ospita 95 studenti e un’area convegni. 18 sono le parrocchie incorporate.

Per noi appassionati del nettare di Bacco invece è uno dei migliori produttori di vini della Valle Isarco in Alto Adige. All’interno possiamo trovare anche l’enoteca, con tutti i vini prodotti e una bar tavola fredda “La Cantina” dove con una modica spesa, poter  effettuare la degustazione dei loro prodotti. Da tener conto invece che per la visita completa della cantina e dei vigneti con degustazione guidata, bisogna prenotare con anticipo ed essere minimo in 10 persone, trovate tutte le informazioni del caso qui.

Mi sono “limitato” alla valutazione di 7 tra i migliori prodotti della cantina, in particolare mi sono concentrato sulla linea PRAEPOSITUS (sign. superiore del monastero).

WP_20150811_028

4 bianchi, 2 rossi, 1 vino dolce.

WP_20150811_029Partiamo con il Gruner Veltliner Praepositus Alto Adige Valle Isarco DOC – 2012.

Mi ero ripromesso di fare una degustazione limitata a pochi vini di qualità ed ero indeciso tra assaggiare il Sylvaner o il Veltliner, alla fine la scelta è caduta su quest’ultimo e non poteva che essere la scelta migliore! Mi sono ritrovato nel bicchiere questo magnifico vino vinificato da tre anni pieno di aromi e sapori che mi ha piacevolmente stupito. Qui la scheda.

VPP : 90

 

Il secondo assaggio è stato il :WP_20150811_030

Kerner Praepositus Alto Adige Valle Isarco DOC – 2014.

Di solito è un vino che mi piace molto, soprattutto quando l’aromaticità è ben calibrata e la mineralità è spinta, in questo caso l’aromaticità è un pò predominante. Un ottimo prodotto, la scheda qui.

VPP : 87

 

 

WP_20150811_028 (2)Terza degustazione :

Sauvignon Praepositus Alto Adige DOC – 2013.

Come per i precedenti la qualità è intuibile già dall’esame olfattivo, dove (per gli amanti del genere) il bosso (o la pipì di gatto) è immediatamente avvertibile. Anche in questo caso l’aromaticità è un pò troppo intensa per i miei gusti, pieno con lunga persistenza.

Niente scheda trovate qualche informazione aggiuntiva qui.

VPP : 89

 

Quarto e ultimo bianco WP_20150811_030

Riesling Praepositus Alto Adige Valle Isarco DOC – 2012.

Scordatevi l’idea che possa assomigliare ai riesling tedeschi del Reno o della Mosella, dove l’equilibrio tra durezze (freschezza e sapidità) e le morbidezza (alcoli e polialcol) è pressoché perfetto. Un vino corposo e intenso dove gli idrocarburi dominano, devo essere sincero, ho fatto un pò fatica a capire questo Riesling da quasi 20€ a bottiglia! Giudizio sospeso in attesa di un secondo assaggio.

Qui qualche informazione aggiuntiva.

WP_20150811_037Ora i due rossi, purtroppo (per me) il Lagrein Riserva non era disponibile, così mi sono dovuto accontentare del

Lagrein Alto Adige DOC – 2014

Vino di corpo e ben equilibrato mi ha dato la sensazione che mancasse un pò di complessità e di intensità.

Ulteriori dati sul vino qui

VPP 84

 

 

L’altro rosso degustato è stato:WP_20150811_038

Pinot Nero Riserva Praepositus Alto Adige DOC – 2011

Qui la cantina dell’Abbazia ha messo la quinta !! Vino che non ha nulla a che invidiare alle migliori produzioni di Pinot Nero della Borgogna. Ha tutto: aromi, complessità, corpo, equilibrio e persistenza.

VPP 90

 

 

WP_20150811_039Per ultimo ero incuriosito dal Moscato Rosa Alto Adige DOC – 2013

Vendemmia fine Ottobre, probabilmente con la sovramaturazione dell’uva, più che un vino da dessert, non essendo particolarmente dolce. lo trovo più adatto come vino da meditazione. Freschezza e anche un po’ di tannini lo rendono un vino piacevole e non comune.

VPP 86

 

 

 

 

Alla prossima….

Massimo

 

Add Comment