WP_20140601_001Non sono un grande amante dei vini del sud, anche se sono consapevole che ormai il livello medio raggiunto  è molto buono e che vi sono aziende di assoluto pregio . Ultimamente sto rivedendo però le mie posizioni, sarà, che andare con lo zoppo si impara a zoppicare, Lo zoppo in questione è l’amico Gasp, che collabora con me su questo blog, grande conoscitore ed estimatore dei vini meridionali, siciliani e campani in particolare. Così eccomi qui ad assaggiare un vino bianco rappresentativo della qualità del sud,  il Fiano di Avellino , la CRU Radici di Mastroberardino  risultato di una attenta e continua ricerca  dell’integrità del frutto, fino a riportarlo appunto alle sue “radici”.

Mastroberardino di Atripalda (AV) è una azienda storica ed importante, è stata per anni sinonimo e portabandiera della vitivinicultura di qualità in Campania (e lo è ancora), fondata a metà del ‘700 è alla decima generazione di conduzione familiare. Nella sua splendida Cantina Pinacoteca riposano i vini. Aglianico, Greco di Tufo, Fiano di Avellino, Falanghina e ancora Fiano Passito, Lacryma Christi, Lacrimarosa (Aglianico rosato). Vino di punta dell’azienda è il Riserva Taurasi 130 Anni, che celebra l’anniversario dell’iscrizione dell’azienda alla Camera di Commercio di Avellino nel 1878.

Vinificazione classica in bianco in serbatoi di acciaio a temperatura controllata.
Affinamento: In bottiglia 3/4 mesi. – See more at: http://www.sangishop.com/campania-c-294_3_6/radici-fiano-di-avellino-mastroberardino-docg-2013-p-114.html#sthash.1x5ytM1A.dpuf
Vinificazione classica in bianco in serbatoi di acciaio a temperatura controllata.
Affinamento: In bottiglia 3/4 mesi. – See more at: http://www.sangishop.com/campania-c-294_3_6/radici-fiano-di-avellino-mastroberardino-docg-2013-p-114.html#sthash.1x5ytM1A.dpuf
Vinificazione classica in bianco in serbatoi di acciaio a temperatura controllata.
Affinamento: In bottiglia 3/4 mesi. – See more at: http://www.sangishop.com/campania-c-294_3_6/radici-fiano-di-avellino-mastroberardino-docg-2013-p-114.html#sthash.1x5ytM1A.dpuf

Il Radici di Mastroberardino è vinificato con 100% Fiano vitigno autoctono a bacca bianca della zona di Avellino ma diffuso anche in Puglia e recentemente anche in Sicilia. Viene  chiamato anche: Apiano, Fiana, Fiore Mendillo, Forano, Latino, Foiana, Santa Sofia, Latino Bianco. Il Fiano, soprattutto il Fiano di Avellino, è un vitigno capace di dar vita a vini di grande complessità, finezza aromatica e capacità di invecchiamento.
WP_20140601_005

L’ etichetta riproduce tratti di un dipinto opera della Micozzi, realizzato su una cupola delle grotte di affinamento. Secondo me non rende giustizia alla qualità del vino, la sensazione è quella di una bottiglia economica del supermercato.

Il colore e un bel giallo paglierino, limpido

Profumo e aromi di pera, ananas, miele e biancospino.

All’assaggio, buona acidità, fresco, morbido e piacevole, pera Williams matura, melone finale di nocciola tostata, abbastanza durevole.

Abbinamento cibo: crostacei, pasta con le alici, formaggi a pasta molle, frutti di mare, spaghetti allo scoglio, carni bianche e perchè no, nocciole tostate.

Abbinamnto Musicale

Conclusione : ottimo bianco, soddisfa più il palato che l’olfatto 87/100

Prezzo da € 8.50 a € 12.50

Massimo

Add Comment